AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
4 Marzo 2021
Ci sono 201 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (0,00 / 5)
Loading ... Loading ...

Astronomiamo Webinar – Lampi radio veloci: cosa sono e perché ci interessano

Letto 1.614 volte
Nessun commento
Commenta
I lampi radio veloci sono misteriosi segnali radio provenienti da altre galassie.

Loc-Daniele-Michilli-18022021I lampi radio veloci sono misteriosi segnali radio provenienti da altre galassie. La loro distanza implica una sorgente d’emissione incredibilmente potente e ci ha impedito finora di avere una chiara idea sulle loro origini. Inoltre, i lampi radio veloci possono essere usati per studiare l’Universo grazie all’interazione dei loro segnali con la materia nel cosmo. Nuovi strumenti appositamente costruiti stanno permettendo di capire sempre meglio questi enigmatici segnali e di utilizzarli per indagare l’Universo.

Data: 18 Febbraio 2021
Orario: 21.30 (UTC+1)
A cura di: Ivan Delvecchio – Associazione AstronomiAmo
Ospite: Daniele Michilli – Laurea presso Università la Sapienza di Roma, consegue il Dottorato di Ricerca nel 2018 presso ASTRON all’Università di Amsterdam, con una tesi sulla scoperta e caratterizzazione di sorgenti radio transienti. Dal 2018 ad oggi è postdoc presso l’Università McGill a Montréal (Canada) e lavora su osservazioni di segnale polarizzato proveniente da fast radio burst (FRB, o “lampi radio veloci”) all’interno della collaborazione CHIME/FRB. Esperto di questi fenomeni ancora poco conosciuti, ha ricevuto enorme visibilità grazie all’identificazione del primo FRB periodico (FRB 121102) finora rivelato, che gli è valsa la copertina della prestigiosa rivista Nature. Per la sua ricerca, adopera dati da numerosi telescopi radio (VLA, EVN, LOFAR, ecc), incluso il compianto Arecibo che è stato fondamentale proprio per la scoperta di FRB121102.

Per partecipare:

Link: https://us02web.zoom.us/j/89517750001?pwd=dVg0RGdKSHRPMnNlMWVxYUpReU5BQT09
Piattaforma: Zoom
Meeting ID: 895 1775 0001
Passcode: 954439
Tutte le informazioni su: https://www.astronomiamo.it/

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento