Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
26 Aprile 2018
Ci sono 281 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (0,00 / 5)
Loading ... Loading ...

Tre giorni in compagnia di Luna, Marte, Giove e Spica

Letto 3.369 volte
Nessun commento
Commenta
Solo per mattinieri, o nottambuli, ma si tratta senza dubbio della congiunzione del mese. Giove e Marte saranno luminosi e visibili nel cielo del mattino per tutto il mese, ma sempre molto distanti tra loro. Sarà grazie alla falce di Luna che attraverserà il loro cielo che potremo gustarci delle suggestive configurazioni in continuo mutamento. Tenete poi d’occhio i passaggi della ISS e… le stelle cadenti!

Eccoli i quattro astri in formazione, alti in cielo sull’orizzonte sudest, in un orario in cui sono ancora inquadrabili con elementi del paesaggio. La falce di Luna, il giorno 13, si troverà a 6,9° a nordovest di Marte e 6,6° a nordest di Spica, mentre Giove si troverà a sudest della formazione a poco più di 10° da Marte. Il giorno 14, vedremo invece la falce di Luna a 6,2° a nord di Giove, e a circa 6,5° a est di Marte. Questa volta sarà Spica a vedersi in distanza poco meno di 10° a nordovest di Marte. Il giorno 15, invece, la Luna si avvicinerà all’orizzonte allineandosi agli altri astri. Sarà possibile poi seguire gli astri ancora per un paio d’ore, quando il paesaggio sarà forse più lontano, ma la luminosità del crepuscolo, in aumento verso est, potrà dare un tocco suggestivo a una ripresa a grande campo. Crediti: Coelum Astronomia CC-BY

In un mese piuttosto avaro di facili congiunzioni, tre giorni assolutamente da non perdere… Il 13 dicembre mattina potremo finalmente assistere a una bella e ampia configurazione celeste, con una sottile falce di Luna (fase del 22%) che sorge dall’orizzonte est–sudest a circa 6,5° da Spica (alfa Virginis; m = +1,1), seguita, attorno alle 4:00, da Marte (mag. +1,8) 8° più in basso a formare un triangolo. Le distanze si accorceranno lentamente via via fino all’ora, decisamente più comoda, delle 6:40, quando i tre astri saranno alti in cielo, e Marte e Spica si troveranno entrambi distanti attorno ai 6° e mezzo dalla Luna. Nel frattempo Giove (mag. – 1,7) sarà apparso in cielo, anche se decisamente più distante.

Il mattino successivo, la falce di Luna si avvicinerà invece a Giove (sempre a una distanza di poco più di 6°). Il 14 dicembre, infatti, Marte si troverà a nordovest della Luna, ancora a circa 6° e mezzo; mentre Spica, ancor più a nordovest, li osserverà a meno di dieci gradi di distanza.

Ancora un giorno e li troveremo, la mattina del 15 dicembre allineati, sempre sull’orizzonte est-sudest, a coprire un arco di cielo di quasi 30° ma non per questo meno affascinante all’osservazione e alla ripresa.

Per chi alzerà gli occhi al cielo, uscendo di casa la mattina presto, sarà uno spettacolo a occhio nudo da non perdere, mentre lasciamo a voi decidere il momento migliore per  la ripresa: se una sveglia presto per averli ancora bassi sull’orizzonte nella cornice del paesaggio (all’orario indicato in cartina, se non ancor prima nel caso del giorno 13), o se attendere un orario più comodo per un’ampia e suggestiva inquadratura, magari con la luce del crepuscolo in arrivo e un cielo con qualche fortuita nuvola al punto giusto o… il passaggio di una meteora!

Ricordiamo infatti che questi sono anche i giorni migliori per osservare le stelle cadenti invernali: le Geminidi!

Con la falce di Luna di primo mattino si potrà anche tentare di riprendere la sempre affascinante Luce Cinerea ➜ Come Fotografare la Luce Cinerea della Luna

Le effemeridi giornaliere di Luna, Sole e pianeti le trovi nel Cielo di Dicembre

Leggi anche

➜ Leggi la rubrica di Giuseppe Petricca sui principali passaggi della ISS

➜ Il Club dei 100 asteroidi: L’opposizione di (20) Massalia… e non solo! Il passaggio di Phaethon, progenitore dello sciame delle Geminidi!

➜ Le comete del mese: Deboli ma affascinanti


Tutti consigli per l’osservazione del Cielo di dicembre su Coelum Astronomia 217

Leggilo subito qui sotto online, è gratuito!

Semplicemente lascia la tua mail (o clicca sulla X) e leggi!

L’indirizzo email verrà utilizzato solo per informare delle prossime uscite della rivista.

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento