AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
18 Luglio 2018
Ci sono 222 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (0,00 / 5)
Loading ... Loading ...

Nettuno in Opposizione

Letto 1.888 volte
Nessun commento
Commenta
Il pianeta è in opposizione il 2 settembre, ma come per tutti i pianeti più lontani in realtà la differenza rispetto alle settimane prima e dopo non è apprezzabile. Ci troviamo comunque nel bel mezzo del momento di miglior visibilità del pianeta.

Sopra. L’immagine propone tre riprese di Nettuno realizzate dalla Voyager 2 nel 1989, dal Keck Observatory (sul Mauna Kea) nel 2000 e dal telescopio spaziale Hubble nel 1996.

La cartina mostra il percorso angolare di Nettuno in settembre nella costellazione dell’Acquario. Il pianeta, in opposizione, potrà essere seguito 1,5° a sudovest della stella Lambda Aquarii (+4,7).

Il 2 settembre Nettuno raggiungerà l’opposizione eliaca (diametro apparente 2,4″, mag. +7,8), ovvero la configurazione orbitale che si verifica quando un pianeta esterno si allinea con la Terra e il Sole. In tali condizioni, di conseguenza, si troverà nel momento più favorevole per l’osservazione e la fotografia (minore distanza, massimo diametro angolare e maggiore luminosità) anche se, da un punto di vista osservativo, a beneficiare maggiormente dell’opposizione sono i pianeti poco distanti e con un’alta eccentricità orbitale (come Marte e gli asteroidi) e non quelli più lontani.

Le opposizioni di Nettuno si ripetono in media ogni 367,5 giorni, mentre la distanza raggiunta in tali occasioni è modulata dalla sua posizione lungo la sua orbita: se l’opposizione si verifica quando il pianeta è nei pressi del suo perielio (cosa che avviene ogni 165 anni), allora viene definita “perielica”, con il pianeta che raggiunge la distanza minima assoluta alla Terra.

In pratica, ogni anno, durante una normale opposizione, la distanza Terra-Nettuno arriva in media a 4351 milioni di chilometri, valore che durante l’opposizione perielica si riduce fino ai 4310, come è accaduto nel 1875 e accadrà di nuovo nel 2041. Una differenza molto piccola, come si può vedere, in linea con una eccentricità orbitale (0,01) quasi dieci volte inferiore a quella di Marte; tanto che la differenza di diametro angolare tra le opposizioni al perielio e quelle all’afelio è praticamente impercettibile.

Quest’anno, a 25 anni dal prossimo perielio, la distanza raggiunta durante l’opposizione del 2 settembre sarà di 4330 milioni di chilometri.

Proviamo a Fotografare Nettuno di Daniele Gasparri

Per le effemeridi di Luna e Pianeti vedi il Cielo di Settembre


Tutti gli eventi del cielo di settembre su Coelum n. 203.

Semplicemente… clicca e leggi!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento