AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
15 Agosto 2020
Ci sono 247 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (0,00 / 5)
Loading ... Loading ...

Cielo di Luglio 2020

Letto 7.714 volte
Nessun commento
Commenta
Nelle calde serate di metà luglio, le costellazioni che hanno dominato il cielo nei mesi che ci siamo appena lasciati alle spalle, Leone e Vergine in primis, si presenteranno ormai prossime all’orizzonte, come pure l’Ofiuco, lo Scorpione, dominato dalla rossa Antares, e la Bilancia

La cartina mostra l'aspetto del cielo alle ore (TMEC): 1 Lug > 2:00; 15 Lug > 01:00; 31 Lug > 00:00. Crediti Coelum Astronomia CC-BY


EFFEMERIDI

Luna

Sole e Pianeti

Quasi allo zenit si staglieranno invece le sagome inconfondibili dell’Ercole, della Lira, con la brillante Vega, e del Cigno, segnalato da Deneb, mentre nei pressi dell’orizzonte, al meridiano, dimorerà l’inconfondibile figura del Sagittario. Qui si troveranno anche i due brillanti pianeti Giove e Saturno, un po’ defilati rispetto alle stelle più brillanti della costellazione, prossimi all’opposizione.

Più in alto vediamo l’Aquila, con Altair. Verso est, intanto, staranno sorgendo Pegaso, con il suo “grande quadrato” stellare e Andromeda.

Il Cielo di luglio e agosto con la UAI: Viaggio nel Serpente

COSA OFFRE IL CIELO

Marte continua a migliorare la sua posizione in cielo, arrivando a sorgere da poco dopo la mezzanotte a inizio luglio, fino alla seconda serata alla fine del mese, ma il cammino verso l’opposizione è ancora lungo.

I protagonisti di questi mesi estivi saranno però i grandi giganti gassosi. Giove arriva finalmente all’opposizione il 14 luglio, che rappresenta il culmine della sua miglior visibilità. Per tutto il mese quindi, ma anche nelle settimane successive, sarà ottimamente osservabile sia a occhio nudo e per riprese di paesaggio, ma soprattutto all’osservazione con uno strumento e alle riprese ad alta definizione (tenendo d’occhio la Luna).

Con lui anche Saturno, che lo segue letteralmente a ruota, arrivando all’opposizione il giorno 20, e avvicinandosi sempre più al grande fratello gigante. Arriveranno alla minima distanza solo a fine anno, ma già da ora potremo riprenderli in spettacolari configurazione, sempre con l’aiuto della Luna. Perché non seguirli allora nel loro moto? Aspettiamo i vostri contributi, e intanto date un occhio a cosa ha realizzato Paolo Bardelli, potrebbe essere un bello spunto da replicare con i due pianeti più grandi del Sistema Solare:

➜ Le tracce serali di Venere e Mercurio

E a proposito di Mercurio e Venere, i due piccoli pianeti interni hanno invece lasciato il palco della sera, il primo in congiunzione con il Sole e quindi inosservabile a inizio mese, il secondo già dal mese scorso nelle vesti di Lucifero, la stella del mattino, recuperando però ora sempre più altezza e luminosità.

Mercurio riapparirà invece all’incirca a metà mese, e questa volta si troverà nella seconda miglior apparizione mattutina dell’anno. Per i più esperti… perché non tentare la ripresa della sua coda? Come? Non lo sapevate?

Per i pianeti più lontani, Urano e Nettuno, ricordiamo che per osservarli è necessario uno strumento, potremo osservarli nella seconda parte della notte, anche se entrambi stanno anticipando la loro levata.

Maggiori dettagli e informazioni anche su pianeti nani anche Plutone, per quanto poco influisca sulla sua visibilità, sarà in opposizione il 15 luglio e asteroidi in opposizione li trovate come sempre su

➜  il Cielo di Luglio e Agosto all’interno del nuovo numero doppio estivo (sempre in formato digitale e gratuito).


Eclisse di Luna di penombra

A soli 30 giorni dall’ultima eclisse di Luna, avvenuta lo scorso 5 giugno (qui trovate le più belle immagini pubblicate dai nostri lettori su PhotoCoelum e scelte per la gallery dedicata), anche il 5 luglio avremo a che fare con una analoga eclisse di penombra e, se le condizioni osservative del precedente fenomeno furono non eccessivamente positive, il 5 luglio andrà decisamente peggio… in quanto il nostro satellite si appresterà a tramontare senza preoccuparsi eccessivamente dell’evento in corso, oltre tutto al mattino molto presto. Si potrà tentare la ripresa dell’ingresso nella penombra proiettata dalla nostra Terra, in alcune località meglio che in altre, ma considerata la situazione, nulla da fare per la fase massima di questa eclisse.
Si potrà però sempre portare a casa qualche suggestiva immagine della Luna Piena al tramonto, con poco distanti (comunque a più di 10 gradi più in alto verso sud-sudovest) Giove e Saturno, nel cielo dell’alba del nostro Sole che sorgerà dalla parte quasi diametralmente opposta dell’orizzonte preceduto da Venere. Per chi volesse comunque tentare la ripresa, o solo saperne di più, al link tutti i dettagli:

5 luglio: Eclisse di Luna di penombra parziale

Per quanto riguardainvece l’altro aspetto della Luna, con la sua luce cinerea e le sottili falci l’appuntamento è prima dell’alba il 17 (accompagnata da Venere), 18 e 19 luglio e, dopo il Novilunio, alla sera,  il 21, 22 e 23 luglio.

Per maggiori dettagli su orari, visibilità e formazioni lunari da osservare, con l’aiuto di uno strumento, potete consultare la sezione dedicata a cura di Francesco Badalotti.

Continua l’esplorazione delle formazioni lunari nell’arco del mese con La Luna di Luglio e Agosto

Comete

Finalmente un po’ di soddisfazione per gli appassionati di astri chiomati. Non le belle comete visibili a occhio nudo in cui speravamo, ma comunque più oggetti (due addirittura in “congiunzione”) da osservare con uno strumento. Dopo la C/2019 Y4 ATLAS, di cui abbiamo già narrato la triste fine, anche la C/2020 F8 SWAN ha infatti deluso le aspettative. Bellissima e luminosa nell’emisfero australe (era scesa sotto la quinta magnitudine), una volta arrivata da noi si è “spenta” sul più bello, andando in frantumi come precedentemente la ATLAS. Ma ora proiettiamoci nel futuro immediato, che potrebbe rivelarsi il periodo del riscatto. Giungeranno infatti sui nostri cieli due nuovi promettenti “astri chiomati” che speriamo non ci rifilino l’ennesimo bluff…

➜ continua su Un’estate di comete


E ancora su Coelum astronomia 246

I pianeti arricchiscono la Via Lattea i tanti pianeti visibili ci permettono di rivisitare le nostre riprese della Via Lattea estiva, ecco gli spunti di Giorgia Hofer.

➜ Leggi le indicazioni di Giuseppe Petricca sui principali passaggi della ISS con una serie di transiti serali a metà mese da non perdere!

➜ Supernovae: una “new entry” nella Top Ten degli scopritori amatoriali. Intervista a Xing Gao

e il Calendario di tutti gli eventi di luglio 2020, giorno per giorno con l’immagine di fondo dedicata allla “Nebulosa farfalla in technicolor”.

Hai compiuto un’osservazione? Condividi le tue impressioni, mandaci i tuoi report osservativi o un breve commento sui fenomeni osservati: puoi scriverci a segreteria@coelum.com. E se hai scattato qualche fotografia agli eventi segnalati, carica le tue foto in PhotoCoelum!

Un’estate ricca tutta da leggere e osservare!

Inquinamento luminoso e i Parchi delle Stelle, Astronautica e i viaggi verso Marte

Coelum Astronomia di Luglio e Agosto 2020
è online, come sempre in formato digitale, pdf e gratuito.
Lascia la tua mail o clicca sulla X e leggi!

L’”abbonamento” è gratuito e serve solo per informare delle prossime uscite della rivista.

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento